Furnaseta

La Furnaseta riposa quieta in un angolo con la bocca ancora sporca di cenere…

ITINERARIO NOSTALGIA

Furnaseta

Piazza Cavour è una miniera di storie intrecciate, alcune delle quali saltano subito all’occhio dell’osservatore; per altre, invece, bisogna sapere dove cercare. Vale la pena dare un occhio al cortile dei Fratit, entrare dal portone e guardare subito sulla destra per incontrare un ritrovato della tecnologia: la Furnaseta. Dopo aver svolto il suo lavoro con solerzia ogni lunedì per decenni, ora riposa quieta in quest’angolo. La Furnaseta altro non è che il prototipo di tutte le lavatrici, bene prezioso. Sebbene il detto voglia che i panni sporchi si lavino in famiglia, la Furnaseta invece ha sempre creduto nel valore comunitario della pulizia. Le donne facevano la fila di fronte a lei, aiutandosi le une con le altre con i panni, aspettando di lavare la biancheria, che grazie alla cenere tornava splendente, pronta per essere stesa al sole.

La lavatrice di un tempo

Rina Del Pero


“Trucioli e scarti di legno venivano infilati in questa porticina, mentre la caldara veniva riempita di acqua…”

Rina Del Pero

Questo luogo è presente anche nei seguenti itinerari:

Prosegui il tuo viaggio attraverso Meda!